Sulla rivista

Cosa vuol dire Paideutika?
Letteralmente essa è la menzione al plurale dell'aggettivo verbale derivato dal greco paideuo (istruisco, educo, formo), da cui anche paideia (educazione, cultura, istruzione, conoscenza). Per cui Paideutika nomina tutto ciò che ha a che fare con la formazione dell'uomo.
Così Paideutika intende sviluppare una critica serrata delle pratiche di assoggettamento formativo a partire esattamente dal nesso formazione/cultura. E di farlo nel segno di una tradizione fenomenologica che, con accentuata attenzione esistenziale, non potrà che immergersi nelle infinite forme della vita di cultura - dalla filosofia alle scienze umane, dall'arte alla letteratura, dalle scienze sociali e politiche a quelle dell'educazione - per rivendicare, oggi, l'urgenza di un pensiero radicale. Un pensiero capace di reagire, con metodo decostruttivo, alla confortevole e levigata illibertà che sempre si annida nelle formule retoriche ed edificanti del pedagogismo corrente.

Paideutika (ISSN 1974-6814 - E-ISSN 2785-566X) è una Rivista scientifica semestrale classificata in fascia “A” dall’ANVUR nel 2012.

La Rivista semestrale Paideutika. Quaderni di formazione e cultura è stata fondata da Antonio Erbetta nel 2005 e da allora pubblica regolarmente due numeri l’anno. Promuove la cultura pedagogica nell’ambito dei nessi tra formazione e cultura, nel segno della tradizione di matrice fenomenologico-esistenziale e critico-decostruttiva.

Su Paideutika sono accolti studi e ricerche che, con rigore scientifico, affrontino il nesso formazione/cultura nelle sue diverse declinazioni per rivendicare, oggi, l’urgenza del lavoro culturale come impegno radicale di comprensione del nostro tempo.

Paideutika accoglie contributi di ambito teorico-pedagogico, storico-pedagogico, metodologico-educativo e nelle discipline correlate e vicine che propongano temi e studi d’interesse educativo.

Paideutika organizza la sua attività di promozione e diffusione scientifica con la pubblicazione di numeri monografici e non.

Paideutika utilizza il sistema di valutazione a doppio cieco.

Fanno parte dei criteri di valutazione: interesse e congruenza con gli scopi della Rivista, originalità, rigore scientifico, sviluppo, coerenza e chiarezza delle argomentazioni, presenza della letteratura critica sull’argomento.

Paideutika garantisce al processo di double-blind peer-review tempi congrui e riservatezza

L’elenco dei Revisori viene aggiornato costantemente e reso pubblico.
Paideutika non sottopone a peer-review esclusivamente l’Editoriale, le Rubriche “Oggi un filosofo” e “Archivio della memoria”, le Recensioni.

I volumi da recensire sono scelti dalla Redazione. I volumi pubblicati dai componenti della Direzione e della Redazione non vengono recensiti da Paideutika.

Ultimo numero

N. 35 (2022): Pedagogical transformations in contemporary world. Perspectives of Philosophy of Education in Italy
					Visualizza N. 35 (2022): Pedagogical transformations in contemporary world. Perspectives of Philosophy of Education in Italy
Pubblicato: 2022-04-17

Fascicolo completo

Indice

Editoriale

Articoli

Oggi un filosofo

Recensioni

Visualizza tutte le uscite

ISSN: 1974-6814 - E-ISSN: 2785-566X